28 Settembre 2021
percorso: Home > Produzioni

Spettacoli-ragazzi

In-bolla
con Daniele Tamberi

drammaturgia e regia Paola Marcone

scrittura scenica Fabio Bartolomei, Paola Marcone, Daniele Tamberi

progetto musicale Fabio Bartolomei

testo canzone Giulio Maffii

progetto video Evento service

videogaming Anita Bartolomei

luci e fonica Maria Cristina Fresia

collaborazione PerFormat Valdera


IN BOLLA è una favola contemporanea, una storia di gioco + avventura + vita vissuta e raccontata dall'universo di una stanza + 1 dispositivo, o + di 1.

IN BOLLA è il sentirsi perfettamente centrato in una posizione, preferibilmente orizzontale o a 90°, dalla quale gestire il proprio tempo e la propria esistenza per mezzo di una tastiera.

IN BOLLA è un fermo immagine su un nuovo mondo auto-gestito, un reportage di un fenomeno giovanile che sta diventando "cultura" e che ci regala una divertita visione d'insieme su chi sta dentro e chi sta fuori il video, al ritmo dei mantra #siamotutticonnessi & #onlineèbello
Il progetto produttivo: "RITRATTO DAL VERO. Storie di questo mondo"

Per il triennio 2019-2021 la compagnia BUBAMARA TEATRO ha concepito un progetto denominato: "RITRATTO DAL VERO. Storie di questo mondo". Si tratta di una ricerca teatrale che intende attingere dalla realtà, dal quotidiano multiforme e mobile in cui siamo immersi. La fugacità del nostro ritmo esistenziale ci porta spesso a percepire solo superficialmente la complessità delle variabili del nostro tessuto relazionale: la nostra personale rete, il nostro individuale "web", l'insieme dei sottili fili che ci legano l'uno all'altro, assumono, in questo particolare momento storico, caratteristiche così singolari che meritano attenzione e riflessioni condivise.

Nella nostra società, così variegata da nuovi contributi culturali per la sua composizione multietnica, il concetto di nazionalità diventa un costrutto in evoluzione, che assorbe nuovi valori e nuove sfumature. Diventa importante essere cittadini consapevoli della ricchezza della pluralità e crescere a partire dall'abitudine ad una riflessione critica, capace di coltivare i v
alori dell'accoglienza e in pieno riconoscimento della differenza come opportunità di confronto e di crescita. Per questo, la storia di un immigrato di Seconda Generazione è stata il motore della creazione de L'UOMO DEI DUE MONDI, produzione che ha debuttato nel 2019.

Il progetto IN BOLLA nasce nel 2020 per raccontare un'altra storia raccolta dalla verità del tempo che stiamo vivendo e include un percorso di sperimentazione drammaturgica che interessa, oltre a professionalità artistiche, anche persone - adulti e giovani, interi nuclei familiari - appartenenti ad una comunità territoriale. La scommessa è stata quella di scrivere insieme, di far partecipare i "protagonisti della vita" alla stesura dello spettacolo sul tema del "digitale": ciò ci urgeva fortemente in epoca pre-pandemica, quando l'idea era in nuce; ora, dopo mesi di reclusione e con l'esperienza di vita in cattività, in questi "acquari domestici" in cui si sono trasformate le nostre abitazioni, ogni singolo device è diventato un'indispensabile appendice di noi stessi con cui ci relazioniamo all'esterno per azioni essenziali come lavorare, reperire il cibo, mantenere vivi gli affetti. I giovani si sono sentiti pienamente adeguati in questa dimensione totalizzante, invasa dalla nuova sostanza tecno-amniotica per loro così ammaliante, nutritiva, suadente. Pian piano si sono lasciati penetrare da quel nuovo logos, così immediato e persuasivo, tanto da perdere i confini tra sé e i dispositivi: sono diventati un tutt'uno. Hanno intessuto il loro tempo con quello iperreale dell'on-line. Hanno proiettato la propria identità spalmandola in miriade di chat. Hanno dispensato sorrisi e consensi inondando la rete di like. Hanno disseminato rabbia e dissensi usando codici anaffettivi e graffianti. Si sono isolati in una bolla, lasciando spesso fuori chi non si mette in gioco per conoscere e comprendere.

Per parlare alle nuove generazioni della dimensione parallela, impalpabile e ormai necessaria, in cui tutti noi stiamo vivendo, Bubamara Teatro e Associazione Teatro Buti hanno unito le forze produttive e hanno coinvolto Performat Valdera che, con psicologi esperti in tematiche giovanili, hanno condotto una ricercazione su cui dati si è basata la scrittura scenica della narrazione.
LO SPETTACOLO. Note di regia
Un attore. Solo. Tavolo e pc. Anzi, tavolo, sedia comoda, pc, tablet, telecamera e luce circolare.

Intorno, la vita tutta in una stanza.

L'uomo accende il video davanti a lui. In cambio di un like, offre lo spasso di vederlo giocare.



Z1s1sk0 è un giovane youtuber. Si è fatto tutto da sé: si è costruito un personaggio e, con quel video-alter ego, vive e lavora sul web. Nella sacralità del suo interno domestico e nella routine satura di link&pixel, ci introduce al tempo che ci scorre intorno.



Il pubblico è integrato nello spettacolo: non assiste passivamente, ma è coinvolto in una dimensione massicciamente immersiva, all'interno di una video-installazione che interagisce come fondale live della narrazione scenica.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio

close
Utilizziamo i cookies
Questo sito utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie.
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari